A scuola di architettura: un possibile atlante di progetti per Acri

Se l’Italia non risolve il problema del degrado delle regioni del sud, non potrà mai considerarsi adeguata a stare in un contesto di Europa avanzata. Con questa premessa, la Scuola di architettura e ingegneria dell’università di Trento, tra le prime università italiane, si occuperà dei problemi urbanistici, paesaggistici, di Acri, nel contesto meridionale, attraverso un semestre di studi e ricerche e poi un workshop finale, a carattere nazionale, che proprio ad Acri si svolgerà a fine gennaio 2013.
I temi del lavoro di ricerca e sperimentazione sono legati alle emergenze territoriali, dal degrado urbano, all’abbandono di edifici e quartieri, al progetto della qualità degli spazi pubblici, alle ecologie urbane (discariche, rifiuti), alle compatibilità dei nuovi sistemi energetici nel paesaggio appenninico, al riciclo di quanto malamente costruito sino ad ora. Saranno oggetto di conoscenze e indagini e di proposte progettuali, con il fine di costruire un possibile Atlante di Progetti per Acri, innovativi, originali, capaci di generare nuove economie e nuove ecologie. Soprattutto, se le ammonistrazioni pubbliche ne sapranno trarre profitto, potranno costituire una formidabile occasione di riflessione pubblica e di arricchimento dei contenuti del necessario e urgente Piano Strutturale Comunale.

Prof. Arch. Pino Scaglione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: